social network appunti sul web

Social network: una rivoluzione, non una moda. Ecco i numeri

La prima forma di scrittura risale probabilmente al 3.500 avanti Cristo: sarebbero di quell’epoca infatti i vasi di Harappa, contenenti alcune iscrizioni.
Risale invece al 1455 l’invenzione della stampa a caratteri mobili, inventata da Johann Gutenberg, tipografo.
È del 2004 invece l’invenzione di Facebook, il primo social network, ad opera di Mark Zuckerberg, studente di Harvard.

Cos’hanno in comune queste tre invenzioni? Hanno rivoluzionato per sempre il modo di comunicare, cambiando profondamente l’umanità e il suo modo di vivere.
Penserete che includere Facebook in queste pietre miliari sia un’esagerazione: dopo la lettura di questo post magari non cambierete idea, ma sicuramente riconoscerete che i social networkcostituiscono una rivoluzione, e non una semplice moda.

I social network non sono una moda, sono una rivoluzione

Seguitemi:

  • Nel 2009 in Italia, il 75% delle persone tra i 18-34 anni usava quotidianamente i social media.
    Negli States, il 96%.
    I Social Media hanno superato il porno come attività numero 1 sul web
    In Italia, il 71% delle persone racconta di aver stretto amicizie nella propria città grazie ai social network
    Sai quanto ci ha messo, per raggiungere 50 milioni di utenti…
    …la radio? 38 anni
    …la tv? 13 anni
    …internet? 4 anni
    …l’iPod? 3 anni
    …Facebook? Non so, però ci ha messo 8 mesi per raggiungere 100 milioni di utenti.
    In due anni sono state scaricate 6 miliardi e mezzo di applicazioni per dispositivi Apple
    Ogni giorno vengono attivati oltre 200.000 dispositivi Android
    Anche gli iPhone attivati ogni giorno sono oltre 200.000
    Se Facebook fosse un Paese sarebbe il terzo più popolato al mondo, con i suoi 500 milioni di utenti attivi
    di cui almeno 18 milioni di italiani
    In Italia, almeno il 58% degli utenti di social media guarda più video in Rete che in televisione
    Il 78% delle aziende americane usano LinkedIn per trovare i dipendenti
    Il 55% usa Facebook
    Il 45% usa Twitter
    I followers di Britney Spears su Twitter sono più degli abitanti della Danimarca
    I followers di Ashton Kutcher superano gli abitanti della Norvegia
    I followers di Shakira su Twitter sono più degli abitanti di Roma
    Le e-mail, diffusesi pochi anni fa, sono considerate obsolete dagli under 25, che svolgono buona parte della loro comunicazione su social networks
    Su YouTube vengono visualizzati due miliardi di video ogni giorno
    Su Wikipedia ci sono
    più di 3 milioni di articoli
    più di 21 milioni di pagine
    Le aziende si preoccupano della propria reputazione più sui social media che su Google
    perché il 90% dei consumatori si fida delle recensioni di bloggers e delle opinioni di altri utenti
    Devo continuare?

Molti di questi dati tra l’altro sono aggiornati al 2008 o al 2009, e sono costantemente in crescita.
Come sempre, vi prego di verificare le fonti e informarvi meglio. Ma se le cose stanno così e non avete delle interpretazioni diverse da quella che ho dato io, riconoscerete che il nostro modo di comunicare, di vivere, di organizzare e di lavorare si stia rivoluzionando più in questo decennio di quanto non sia cambiato negli ultimi secoli.

E questo cambiamento, paragonabile nei suoi effetti alle grandi rivoluzioni globali del passato, è appena iniziato.

La fonte principale di questo post è MediaGroupTV, da cui ho preso alcuni dati (alcuni dei quali sono stati aggiornati da me al 2010).

Post a Comment:

Your email address will not be published. Required fields are marked *